Autonomia di un aspirapolvere robot

Gli aspirapolveri robot sono amatissimi da tutte le casalinghe, e in generale da chiunque si occupi delle pulizia domestiche. Dato che si tratta di prodotti davvero utili le aziende produttrici di elettrodomestici si sono impegnate per produrne una vasta gamma. Tra tutti i modelli a disposizione possiamo scegliere quello che fa al caso nostro, anche in fatto di prezzo – oltre che di prestazioni. Ci sono vari fattori da valutare prima di procedere all’acquisto di un aspirapolvere robot, che possiamo trovare tutti insieme inquesta guida dedicata al prodotto.

I fattori da valutare sono molti, e riguardano soprattutto la metratura e l’arredamento della stanza o la casa in cui andremo a usare l’aspirapolvere. Tali peculiarità sono indispensabili per scegliere al meglio un aspirapolvere funzionale e utile. L’ampiezza dell’ambiente ci aiuta a capire che tipo di batteria scegliere, e anche quanto deve essere capiente il serbatoio. Gli elementi di arredo invece ci servono per decidere e determinare la struttura dell’aspirapolvere, tra cui anche l’altezza. Gli accessori e gli optional sono sempre ben accetti, ma non indispensabili – a meno che non abbiamo esigenze particolari. Quindi una delle prime cose a cui badare è l’autonomia del prodotto.

Per autonomia di un aspirapolvere robot intendiamo per quanto tempo questa riesce a stare in funzione, e quindi per quanto possiamo usarla prima di doverla ricaricare o riporre. Questa caratteristica dipende dalla batteria che monta il prodotto, ma anche dalla grandezza della struttura stessa. Dobbiamo fare una scelta intelligente, tenendo conto dell’ambiente in cui useremo l’aspirapolvere. Più la casa è grande maggiore dovrà essere l’autonomia dell’apparecchio. Di solito i prodotti che appartengono a una fascia di prezzo e di qualità medio alta hanno un’autonomia di almeno 4 ore (ma in alcuni casi anche di più).

Dobbiamo poi anche capire quanto tempo ci vuole per poter effettuare una carica completa della batteria. Ci sono alcuni prodotti che si rigenerano in meno di 60 minuti, mentre in altri casi avremo il bisogno di lasciare l’apparecchio in carica per delle ore. Ovviamente in questo caso il prodotto sarà meno funzionale di uno che invece si carica presto. Badiamo a questo fattore soprattutto se la casa è grande.